Utilizzo dei Cookie

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner,
scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformitá alla nostra Cookie Policy.


Ultime visitate

PLATINUM CALCIO SHOW 10 11 2014 4 PARTE
tacchetti e fischietti 2016
VA IN SCENA IL CALCIO A TELELOMBARDIA
GIORGIO E TELELOMBARDIA 1993

 IL MILAN GRIDA VIVA VICINI!

Era dal '74 che 4 rossoneri non andavano in nazionale.
Ultima gara della nazionale con quattro rossoneri è datata infatti 26 febbraio 1974, quando Valcareggi, nell'amichevole contro la Germania Ovest a Roma terminata 0 - 0, mandò in campo Benetti, Chiarugi e Rivera, ai quali si aggiunse dal 18' del primo tempo Sabadini che sostituì Facchetti
Per la cronaca giocarono: Zoff, Spinosi, Facchetti, (Sabadini), Benetti, Morini, Wilson, Mazzola, Capello, (Juliano),Chinaglia, Rivera, Chiarugi.

"La convocazione in nazionale - dice il capitano rossonero - è stata una grossa iniezione di morale per me, Galderisi, Bonetti e Donadoni." - "Anche la visita di Berlusconi a Milanello, in settimana ha contribuito a rinsaldare il rapporto fra squadra e società: adesso siamo tutti più sereni".

MILANO - Quando si è in difficoltà, qualsiasi aiuto è ben accetto. Partendo da questo presupposto indiscutibile, il Milan non può che ringraziare Vicini, il c.t. della nazionale che ha dato una pennellata di rossonero alla nuova casa azzurra.
i milanisti in nazionale

Dodici anni e mezzo dopo, al termine della lunga gestione Bearzot, ben quattro giocatori del Milan sono stati chiamati nel club Italia e così l'amarezza per il mancato invito al portiere Galli è stata "mitigata" dal prestito di Baresi, Bonetti, Donadoni e Galderisi.
Rigenerati nel morale dalla breve ma intensa escursione in nazionale, i quattro si augurano che i benefici effetti dell'aria azzurra che hanno respirato a Coverciano possano giovare di riflesso a tutta la squadra, ben lieta di ricevere, come si diceva all'inizio, qualsiasi tipo di aiuto. La nazionale - sottolinea Franco Baresi - è il massimo traguardo per ciascun giocatore.
Quando la si raggiunge, si ha sempre una carica particolare e nel nostro caso la carica è particolarissima, perchè a parte Galderisi, io, Bonetti e Donadoni siamo esordienti o quasi. La parola "crisi" non vuole pronunciarla, nè gli piace che siano altri a fargliela ascoltare.
Anche perchè Baresi, nella sua ormai lunga carriera, ne ha viste di tutti i colori ed è convinto che non sia questo il momento peggiore tra i tanti poco felici che ha vissuto in precedenza. "L'unica novità spiacevole - sottolinea Baresi - è il fatto che abbiamo perso le due partite iniziali, cosa che non era successa neppure nel disgraziato anno di Radice, ma a parte l'aspetto numerico, oggi stiamo molto meglio di allora e non è neppure il caso di fare paragoni.
La squadra c'è, i giocatori sono buoni e quindi sono convinto che tra poco esploderemo."
Mercoledi quando Berlusconi pronunciò a Milanello la sua appassionata difesa di Liedholm, Baresi, non era presente, ma avendo letto i giornali ed avendo parlato coi compagni è come se ci fosse stato anche lui.
"Il presidente - sottolinea il capitano - ha fatto benissimo ad intervenire e, a nome di tutti i compagni, lo ringrazio ancora, perchè le sue parole hanno contribuito a riportare un pò di calma e serenità.
Soprattutto hanno fatto capire alla gente che è assurdo discutere un grande maestro come Liedholm. Ora spero che i tifosi incoraggino tutti noi, standoci vicino nella partita contro l'Atalanta. Soltanto chi ha giocato può capire quanto è importante la tranquillità, quando si va in campo.
Al resto penseremo noi, perchè sappiamo di essere in debito nei confronti di Liedholm, di Berlusconi e dei nostri tifosi."

Alberto Cerruti
Gazzetta dello Sport





Forse potrebbe interessarti anche:

VIA LIBERA A BARESI
baresi non lascia ma continua in nazionale doppio appuntamento con il milan e la nazionale ad affrontare il sedicesimo campionato Archiviata l'avventura di Usa '94, Franco Baresi ha detto parole molto simili a un addio, ma invece di rispondere per le rime..
I GRANDI NUMERI DI BARESI Settanta maglie azzurre
franco baresi raggiunge il numero di settanta maglie in nazionale, allenamento in nazionale a varese, presenza numero settanta sandro mazzola raggiunto al nono posto
FORSE E' PRONTO PER LA SEMIFINALE MONDIALE
franco baresi recupera dopo l'operazione riapparso sul prato della pingry school prima il pallone poi insieme nel gruppo e cosa che stupisce ancora il ginocchio è asciutto e non si è gonfiato

Ultime aggiornate

IMPREVEDIBILITA' CONTRO CONCRETEZZA
Sito ufficiale del conduttore e giornalista sportivo Giorgio Micheletti
ANCELOTTI E IL MILAN DI NUOVO INSIEME?