Utilizzo dei Cookie

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner,
scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformitá alla nostra Cookie Policy.


Ultime visitate

tacchetti e fischietti 2016
PLATINUM CALCIO SHOW 10 11 2014 4 PARTE
VA IN SCENA IL CALCIO A TELELOMBARDIA
GIORGIO E TELELOMBARDIA 1993

NON C'E' MAI ADDIO PER QUEL CAPITANO

Estate del 1994

A come Albertini, B come Baresi, C come Costacurta. D come Donadoni. A Milanello, Capello riordina l'alfabeto Milan.

Ne esce, alla fine, una frase che diverta un avvertimento: "Finalmente si può lavorare". Capello li guarda correre, già in forma, perfino sorridenti: Albertini, Baresi, Costacurta, Tassotti, Maldini, Donadoni e Massaro. Stasera i rossoneri (senza nazionali) giocheranno nel triangolare di Cesena, dove sarà di scena anche il Parma e, forse perderanno anche, stavolta, come a Reggio, come a Lucca.18 stagione al milan

Ma a Capello da ieri si sente un altro, perchè ha rivisto i Magnifici Sette. "Finalmente si può lavorare". Il tono di Capello è perentorio e lo è quello di Baresi. A chi gli anticipa il conto del logorio mondiale, il Capitano che aveva stupido e commosso con quella finale piena di classe e di lacrime, taglia corto: conta prepararsi bene mentalmente e noi ormai siamo abituati. 

Il primo a sgregolare comodi alibi americani è proprio Baresi, che ieri ha cominciato la sua diciottesima avventura milanista, mettendosi a disposizione di Capello e di Sacchi, perchè di addio alla nazionale non se ne parla.

 

alfabeto per franco baresi

E il ginocchio operato di menisco? Ah, già, e chi se lo ricordava? Tutto bene, fa sapere, speriamo resista. Ma se resisterà, non sarà fortuna, non sarà un caso: Baresi ha trascorso le vacanze rispettando il programma specifico preparatogli da Capello e di Pincolini. Un Capitano non va in vacanza: sfida il tempo.

Poche ore prima che i Magnifici Sette cominciassero a correre sorridenti nella quiete Milanello, sbarcava in Italia, proveniente dalla sua fattoria argentina, Roberto Baggio: un altro ritorno importante.

Ha parlato di rigori, di Buddha, di Juve, di fucili rubati. Parole veloci, dubbi sparsi, una certezza: il Milan è ancora davanti a tutti. Baggio forse non sapeva del Milan di Reggio e di Lucca, ma sa del Milan di Baresi. Che è proprio un'altra cosa.

Giorgio Giavazzi

Gazzetta dello Sport





Ultime aggiornate

Sito ufficiale del conduttore e giornalista sportivo Giorgio Micheletti
PLATINUM CALCIO NEWS
ORARI TRASMISSIONI PLATINUM CALCIO 2017