Giorgio
Micheletti.it
    Giorgio
Micheletti.it

MENU

X

CHIESA E QUELLA FASCIA UN PO COSI

E’ come se lo avessimo chiesto la scorsa settimana: Chiesa deve contare di più tra i suoi (avevamo detto anche assieme a Pezzella) ed ecco che l’investitura è arrivata con la fascia di capitano per Bologna. Sia chiaro: ora la fascia dice poco..

    22 novembre 2018
 
CHIESA E QUELLA FASCIA UN PO COSI
 
E’ come se lo avessimo chiesto la scorsa settimana: Chiesa deve contare di più tra i suoi (avevamo detto anche assieme a Pezzella) ed ecco che l’investitura è arrivata con la fascia di capitano per Bologna. 
Sia chiaro: ora la fascia dice poco, o per lo meno dice meno di quello che rappresentava qualche anno fa. Era un onore ma anche un onere portarla, ora diventa solo il riconoscimento di chi è da più anni in squadra. Basti pensare ad esempio che Icardi è diventato capitano dell’Inter (dopo Zanetti ad esempio o i mitici Bergomi, Facchetti,Picchi) quando nemmeno ancora aveva capito che cosa voleva dire indossare la maglia nerazzurra tanto era giovane. 
 
Chiesa invece fa storia a sé: è vero che è giovane ma in questi due anni, dando ragione a Paulo Sousa che ci aveva creduto per primo, è cresciuto e si è affrancato. Ora forse la fascia deve servire anche per farlo ‘entrare’ di più nella gestione del gruppo, deve diventare lui, viola di cantera, punto di riferimento dei compagni e anche del mister per le questioni di spogliatoio. 
Pioli ha detto di non aver apprezzato come si è parlato dello sfogo avuto dopo Frosinone: forse se Chiesa fosse stato già più compenetrato nel ruolo questo non sarebbe successo perché le cose sarebbero restate chiuse dove dovevano restare. Non che Pezzella abbia colpe del genere, ma sono convinto che un esponente ‘di nascita’ di un gruppo abbia più peso di uno ‘arrivato da fuori’.  E poi dai, con la fascia, anche in campo un ruolo più pesante anche nei confronti dell’arbitro: un giocatore di attacco ha più possibilità di un difensore di dialogare con il direttore di gara e quindi di essere più ‘presente’ nelle sue decisioni. 
Sto sempre parlando di quelle alchimie che nascono nel corso delle partite e che sono poco avvertibili a occhio nudo, ma che spesso valgono più di un gol o di un rigore dato. Sono molto curioso di vedere come se la caverà Chiesa domenica a Bologna soprattutto in chiave comportamentale: Pioli potrebbe aver trovato la soluzione ad alcuni dei suoi problemi solo con lo spostamento di una fascia si, non di campo ma di stoffa

CONTATTI:

Email: giorgio_micheletti@yahoo.it

TRASPARENZA E PRIVACY:

Cookie Policy

Privacy Policy

SEGUICI SUI SOCIAL:

©  Giorgio Micheletti 2019