Utilizzo dei Cookie

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner,
scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformitá alla nostra Cookie Policy.


Ultime visitate

Contatti email Giorgio Micheletti
BUON ANNO 2016
tacchetti e fischietti 2016
PLATINUM CALCIO SHOW 10 11 2014 4 PARTE
8 Dicembre 2017

NATALE E LO SPIRITO DELLE SQUADRE

Dai microfoni di Tmw l'editoriale di Giorgio Micheletti:
Giorgio, buongiorno, io ho già fatto l'albero di Natale..

Anche io, e per quanto mi riguarda lo spirito del Natale è una delle cose più belle che ci possono capitare in dodici mesi dell'anno, sono un uomo estivo io sto bene con dodici mesi di agosto e zero mesi d'inverno però quando c'è Natale sono sempre bello contento e allegro anche quando va tutto male .. E L'albero è bello, è la cosa piu rasserenante che possa mettere nell'animo umano quando lo fai, torni a casa e vedi le luci accese dell'albero.

Qui scatta il sondaggio Giorgio: luci monocolore o di tutti i colori?
Io le ho bicolori: bianche fisse e gialle in movimento.

Giorgio, il Milan ancora una volta cade e cade male..
E si, quattro promosse e due bocciate complessivamente su sei anche se la Lazio perde ma ha fatto vedere che è la Lazio.
Andiamo con ordine: la sconfitta del Milan fa seguito al due a due a Benevento, Gattuso non poteva cominciare peggio, non è un problema di qualificazione perchè sono tutte qualificate, è come sei arrivato come ultima partita è quello che lasci negli occhi, c'è da dire a parziale consolazione che questo non era il Milan, era il Milan due, l'ultima partita in campionato l'ha persa il Milan titolare,  l'ha persa male, non è mai entrata in partita ha fatto vedere un coacervo di confusione, di cose brutte che aggiunte al volutary agreement, aggiunto al due di benevento e problematiche varie è come mettere sale sulla ferita piuttosto che un cerotto.

Adesso che il Milan sta scoprendo l'altra faccia della medaglia c'è la sensazione che stia crollando un pò tutto.

Si guarda, mentre dicevi l'altra faccia della medaglia mi è venuto in mente un canto dantesco perchè quando sali e vuoi fare determinate cose oltre casa tua, perchè il Milan è andato decisamente oltre casa sua, con tutta questa cosa che ha organizzato e fatto, finisci per essere in complicazione.
Io non so se la minaccia di provvedimenti europa possa essere esclusione dalle coppe, però è una situazione pesante sotto tutti i punti di vista, perchè le aspettative che avevano scatenato i duecentoequaranta milioni per il mercato sono assolutamente deluse e questa ennesima fermata europea che l'Uefa potrebbe dare al Milan rimette a galla tutte quelle storie, ma di chi è il Milan, chi ha messo i soldi.. è un momento per dirla alla toscana, agli zoppi gruciate.

Forse Gattuso arrivando prima, avrebbe potuto utilizzare le due settimane della sosta, da quello che hai visto Gattuso è l'uso giusto per riportare un pò di normalità in casa rossonera?

Farò un parallelo che probabilmente che può far arricciare il naso a qualcuno, ma in questo momento, io vedo Gattuso al Milan cosi come era stato Conte alla Yuventus dopo la retrocessione, quando venne Conte alla Yuve perchè c'era bisogno di ridare identità. Ecco io credo che la scelta di Gattuso al Milan serva per ridare un certo tipo di valore ad un certo modo di ragionare e comportarsi anche all'interno dello spogliatoio.
E questa convinzione che ho, mi è rafforzata da una delle sue prime dichiarazioni: "tutti mi hanno detto arriva e picchia duro" segno che il malessere di fondo del Milan non era esclusivamente sportivo ma era anche di tipo comportamentamentale.
Incidere sui comportamente ha bisogno di tempo, lui non ne ha avuto, qualcosa di diverso si è visto a Benevento, perchè comunque sia si è visto un  Milan meno abulico è un Milan che ha però un problema di fondo di gestire la partita fino in fondo.
Per Gattuso c'è il dubbio dell'essere chiamato a guidare una squadra, per la quale ha sempre stravisto, per la quale rappresenta un'icona del passato, però l'esperienza allenatoria di Gattuso è un'esperienza ridotta proprio per questione di tempo.

L'unica strada per la Champions League è vincere l'europa League che con quelli scesi dalla Champions la vedo durissima.

C'è un Atletico Madrid sceso dalla Champions, c'è il Napoli.. non sarà facile.

Fermo restando il fascino che ha la Champions, con la discesa di quelle otto squadre dalla Champions la Uefa ha come sempre fatto un salto avanti di qualità ed interesse  da un punto di vista tecnico tattico enorme, forse è una delle piu belle europa league degli ultimi tempi.

Parlando proprio della Champions League il 24 agosto ti saresti aspettato questa classifica Yuve e Roma qualificate e Napoli fuori?

Onestamente ero un pò più pessimista. Davo solo la Yuve qualificata, davo eliminata la Roma perchè era nel girone più complicato, e davo eliminato il Napoli perchè da troppe parti napoletane sentivo, avvertivo il disagio di stare in europa perchè l'Europa ti porta via energie psicofisiche e invece l'obiettivo primario è il campionato, cosa che poi alla fine è risultata essere vera.
Io ne vedevo una su tre, due su tre è bene ma sicuramente la Roma benissimo perchè nessuno dava la Roma qualificata. E questo è un ulteriore merito di Di Francesco e del gruppo che forse hanno trovato la chimica per stare insieme.

Domani occhi puntati allo Juventus Stadium chi ha più da perdere?
La Yuve. Se l'Inter è la sorpresa del campionato perde o pareggia non succede nulla perchè comunque ha perso contro quella che ha vinto sei scudetti di fila e anche supponendo e non credo sia cosi facile che il Napoli batta la Fiorentina che succede? Al massimo resto a due punti dal napoli io inter e vengo preso dalla Yuve per le mie nascostissime aspettative di primato non succede niente e poi sono rimasta l'unica imbattuta. Se pareggio ho superato uno scoglio esagerato perchè giocare contro la Yuve è la Yuve.
La Yuventus se pareggia in casa è un mezzo passo falso, se perde apriti cielo. perciò può solo vincere. Come la pressione settimana scorsa era tutta sul Napoli chiamata a chiudere il campionato, domani sera è sulla Yuventus avendo battuto il Napoli ha rimesso in movimento gli squilli di tromba.




Forse potrebbe interessarti anche:

HIGUAIN NAPOLI YUVE INTRECCIO TRA PASSATO E PRESENTE
Soprattutto sarà importante stasera, vista la rivalità ormai di lungo tempo, più importante del gioco, sarà la testa, l'abitudine a recitare questo tipo di partite, è la consapevolezza di essere o non di essere ancora. E' chiaro che da questo punto di vista, se
PERSONALITA' E SPIRITO DI SQUADRA
Mi è piaciuto tantissimo è da tempo che sto assistendo al mio funerale. Dichiarazione cruda ma bellissima. Ho retto un tempo di AEK Atene Milan, sia letto non come offesa , una mancanza di rispetto, perchè in questo momento è come ha detto Montolivo, è un Milan che manca di personalità. ...
DIFFERENZE TRA COPPE EUROPEE E IL CAMPIONATO ITALIANO
Buongiorno, le italiane in Europa League vanno benissimo, tre su tre! Alla grandissima perche leggevo stamattina che siamo la nazione piu rappresentata rispetto a tutte le altre, in attesa degli ultimi verdetti...
IMPREVEDIBILITA' CONTRO CONCRETEZZA
Tre big match davvero belli. Metteranno dei punti definitivi sulla classifica, qualunque risultato esca. Lazio più imprevedibile in senso positivo, camaleontica, costruita per adattarsi

Ultime aggiornate

A TUTTO GOL NUOVA GRANDE TRASMISSIONE TOSCANA TV
Sito ufficiale del conduttore e giornalista sportivo Giorgio Micheletti
A TUTTO GOL NUOVA GRANDE PRODUZIONE DI TOSCANA TV