Utilizzo dei Cookie

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner,
scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformitá alla nostra Cookie Policy.


Ultime visitate

tacchetti e fischietti 2016
PLATINUM CALCIO SHOW 10 11 2014 4 PARTE
VA IN SCENA IL CALCIO A TELELOMBARDIA
GIORGIO E TELELOMBARDIA 1993

 INDOVINA CHI VIENE ANCORA

30 gennaio 2015

Perché parafrasare il titolo del bellissimo film con Sidney Poitier per parlare del prossimo turno del campionato? Perché è ovvio che quasi tutta l’attenzione nella immediata vigilia e subito dopo sarà catalizzata dai movimenti di mercato che nelle ultime 48-72 ore prendono ritmi più da tecno-house che sudamericani. indovina chi viene ancoraResta il fatto che le gare della seconda di ritorno hanno fascino da vendere anche senza i volti che prendono treni e scendo da aerei.
E’ il caso di Genoa-Fiorentina: da una parte Gomez ritrovato (che proprio a Marassi trovò l’unica gara bella con Rossi) e dall’altra l’isteria sportiva della squadra di Gasperini che però davanti ora è proprio spuntata. E’ il caso di Udinese-Juve: dopo la fatica di Coppa Italia e i problemi al ginocchio di Vidal per Allegri e soci una trasferta scomoda ma non impossibile, a patto che si torni a far vedere quella condizione fisica che negli ultimi tempi è un po’ mancata.

E’ il caso di Milan-Parma due delle squadre che per motivi diversi sono più di tutte al centro dell’attenzione: Inzaghi resta non si sa se per convinzione o per convenienza, Donadoni si vede andar via di sotto i piedi giocatori ma non molla di un centimetro.
Anzi, l’assenza di un big come Cassano per assurdo potrebbe fare altro che bene responsabilizzando ancor di più gli altri, tra i quali occhio a Rispoli. E’ il caso di Roma-Empoli con la squadra di Sarri che deve riprendere il cammino e fare punti e quella di Garcia anche. Non è il caso invece di Chievo-Napoli: troppa differenza tra le due e soprattutto troppo Higuain da una parte e non dall’altra. Non è il caso di Sassuolo-Inter: estremamente decifrato il gioco di Di Francesco, ancora tutto da vedere (e da capire)quello di Mancini.
Non è il caso di Cesena-Lazio, dove i biancazzurri hanno troppa voglia di continuare a stupire dopo la qualificazione alle semifinali di Coppa Italia. Potrebbe essere il caso di Torino-Sampdoria, se non altro per l’aspettativa di vedere all’opera Eto’o ed eventualmente capire se Mihajlovic sia davvero arrabbiato per questa operazione. Potrebbe essere il caso di Palermo-Verona, per capire se il sogno di Zamparini di restare nelle zone che contano in campionato ha una sua valenza oppure no. Potrebbe essere il caso di Atalanta-Cagliari, con Colantuono e Zola che sono agli antipodi del modo di allenare ma che garantiscono divertimento





Forse potrebbe interessarti anche:

E' ARRIVATA LA PRIMAVERA
Che c'entra il titolo con un pezzo di calcio con l'editoriale del 20 3 2015? ma l'aria che si respira sa un po' di rinnovamento. E forse per questo che mi è venuto in mente per contrappasso...
DUE SU TUTTE
Editoriale del 17 aprile 2015. Credo che dopo la settimana di coppa che ha dimostrato che ancora una volta (almeno per il momento) in Europa si continua a parlare italiano, la giornata di campionato dice che sono due le partite che spiccano su tutte.
DAL VECCHIO AL VECCHIO
Questo editoriale si potrebbe anche descrivere con anno nuovo problemi vecchi.. La coppa italia che non tira, squadre impegnate dal campionato alla coppa.. stesso impegno?

Ultime aggiornate

Sito ufficiale del conduttore e giornalista sportivo Giorgio Micheletti
ANCELOTTI E IL MILAN DI NUOVO INSIEME?
NESSUNO DARA' NOIA A YUVE E NAPOLI