Utilizzo dei Cookie

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner,
scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformitá alla nostra Cookie Policy.


Ultime visitate

tacchetti e fischietti 2016
PLATINUM CALCIO SHOW 10 11 2014 4 PARTE
VA IN SCENA IL CALCIO A TELELOMBARDIA
GIORGIO E TELELOMBARDIA 1993

NELLA CALZA DELLA BEFANA
9 gennaio 2014

L’ Epifania ha provveduto a distribuire doni a piene mani a tutti.
Spesso è stato carbone, poco è stato torrone.
Inutile dire che la maggior parte del torrone è andata alla Juventus che ha letteralmente frantumato la Roma che gioca sempre più alla francese: vale a dire gran partenza sparata nel tentativo di indirizzare subito la partita come si vuole (e il Lille di Garcia faceva proprio così) e se non si riesce si va un po’ in affanno.editoriale del 9 1 2014

La Juve invece ha impiegato il tempo che ha voluto per accompagnare la sfuriata giallorossa alla sua conclusione e poi ha iniziato a giocare come sa e come vuole, dando sempre la sensazione di fare tutto con il minimo sforzo. Una Juve che è passata in zero secondi dallo snobbare l'Europa League ("non vedrò il sorteggio - disse Conte - non mi interessano gli avversari") a ipotizzare un ‘tripletino’ basato su scudetto, Europa League e Coppa Italia.

Un po’ di torrone al Napoli che quanto meno ha sfruttato il fattore campo e ha rimesso il sale sulla coda della stessa Roma che ora è a soli due punti. Tanto torrone al Verona di Mandorlini che è la vera sorpresa della stagione e che ha avuto il pregio di rilucidare uno come Toni che ora si candida per la nazionale e a Firenze è nuovamente rimpianto come il Messia.
A proposito di Firenze e della  Nazionale: l’infortunio di Rossi getta me e tutti quelli che sono tifosi degli Azzurri in una profonda preoccupazione. Perchè corriamo il rischio di andare al Mondiale (se le convocazioni dovessero essere fatte oggi) con, come attaccanti, Balotelli, Gilardino e Toni.
Stando almeno ai numeri e a quello che dice il campo. Ad oggi sarebbe necessario (direi quasi obbligatorio) riaprire a Totti, se sta bene, e magari fare un pensierino anche a Del Piero: come dire, un bellissimo passato per il nostro futuro immediato.

E questo fa tanta tanta tristezza e preoccupazione. Carbone a profusione per l’Inter che ha fatto una figuraccia come individualità, come determinazione e per una volta anche come scelte tattiche (quel cambio di Ranocchia con Zanetti...). Mazzarri sembra voler lanciare segnali continui alla dirigenza sulla scarsezza della sua rosa e al tempo stesso cerca di salvare quella che doveva essere la stagione della sua definitiva consacrazione.
Ma riportare questa Inter in Europa anche se di secondo piano appare sempre più difficile. Carbone a chi ha voluto far diventare Rinaudo un killer e a chi ha usato termini ed espressioni che non si devono usare tra persone di tutti i giorni (e quindi sconosciute) a maggior ragione da coloro che sono personaggi pubblici. Carbone allo stesso Rinaudo perché l’educazione sportiva e non, vuole che prima ci si preoccupi degli altri e poi dei nostri diritti.
Carbone anche all’arbitro che non ha espulso Rinaudo. non per il fallo, ma per le proteste successive. Torrone infine a Virtus Entella e Pro Vercelli che dopo la sconfitta della Juve sono rimaste le due uniche squadre (che guarda caso comandano il girone A di Lega Pro) ad essere imbattute a livello professionistico.





Forse potrebbe interessarti anche:

Pensieri Notturni
Pensieri nella notte, ritornando a casa dal lavoro sulla 25ma giornata di calcio è successo che..
CAMPIONATO TRA CAMPIONATI
Riecco l'editoriale di Giorgio Micheletti. Questa settimana è andato a curiosare tra i numeri delle società estere e ha scoperto che...
LE PULCI AI CONTI
in questo editoriale del 13 giugno Giorgio Micheletti fa proprio le pulci ai conti delle stagioni di mercato e si scopre che...

Ultime aggiornate

Sito ufficiale del conduttore e giornalista sportivo Giorgio Micheletti
NATALE E LO SPIRITO DELLE SQUADRE
HIGUAIN NAPOLI YUVE INTRECCIO TRA PASSATO E PRESENTE