Utilizzo dei Cookie

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner,
scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformitá alla nostra Cookie Policy.


Ultime visitate

tacchetti e fischietti 2016
PLATINUM CALCIO SHOW 10 11 2014 4 PARTE
VA IN SCENA IL CALCIO A TELELOMBARDIA
GIORGIO E TELELOMBARDIA 1993

21/7/94

VIA LIBERA A BARESI

Fa bene a tornare o fa male? Dibattito aperto. Il Milan è perplesso ma non dirà no al capitano Il capitano e la grande tentazione: continuare in azzurro
"Non abbiamo mai costretto qualcuno a fare o non fare qualcuno" dice Galliani - Ma il preparatore atletico Pincolini ha già fatto capire che non sarà possibile avere un Baresi sempre in campo. Libero, assolutamente libero. Di ruolo e di fatto.baresi continua in nazionale

Decida Franco Baresi in piena coscienza se vestire ancora la maglia della nazionale. Questo è il pensiero ufficiale del Milan sui tormenti interiori del Capitano del dopo mondiale.

Archiviata l'avventura di Usa '94, Franco Baresi ha detto parole molto simili a un addio, ma invece di rispondere per le rime, Arrigo Sacchi e Carletto Ancelotti gli hanno sussurato un consiglio: "Franco sei integro. Puoi arrivare benissimo fino agli Europei. Pensaci.".
Una specie di compito per le vacanze che Franco Baresi si è portato sulla spiaggia di Forte dei Marmi. Ci penserà.
E il Milan lo lascia pensare in santa pace. Ha detto ieri il vicepresidente Adriano Galliani: "Il Milan non ha mai costretto nessuno a fare o non fare qualcosa. Deciderà Baresi senza nostre pressioni."
Gli ha fatto eco il direttore sportivo Ariedo Braida: "Ha tanta di quella esperienza che farà senz'altro la cosa migliore.

Fosse per quello che gli ho visto fare a Los Angeles potrebbe giocare per altri 10 anni: pensavo che non l'avrei più visto fare certe cose, pensavo che invecchiasse anche lui.
Mi sbagliavo...Certo a Los Angeles, dopo la finale, l'ho visto a terra. Quel rigore sbagliato lo ha abbattuto, ma non escludo che possa essere la molla che lo spingerà a rincorrere la rivincita. Ma la decisione è solo sua. Già. L'ufficialità del Milan è questa: decida Baresi liberamente, noi saremo contenti comunque.La sua felicità è la nostra. Etcetera Etcetera..
Gli imbarazzi e le preoccupazioni covano altrove. Magari alle latitudini di Columbus Island dove Fabio Capello sta bruciando gli ultimi giorni di vacanza. .

L'allenatore rossonero, durante la mega tournée di fine campionato, aveva accolto con palese soddisfazione la rottura tra Gullit e la nazionale: rottura che gli garantiva un giocatore riposato e al riparo da infortuni.
Spostatosi ai margini del mondiale, aveva poi seguito con apprensione e perplessità la corsa contro il tempo di casa Italia per rimettere in piedi il Capitano.
Lieto fine: un Baresi non solo recuperato, ma grandissimo. Ora però Capello potrebbe ritrovarsi il giocatore esposto allo stress di una stagione ingolfata: le gare di qualificazione europea, con relativi stage e ritiri, aggiunti a sei traguardi che il Milan ha già nel mirino.

Un giocatore che a maggio compirà 35 anni e sta per affrontare il 16° campionato in A più due in B. Il preparatore atletico Vincenzo Pincolini ha già fatto intendere che ci sarà da scegliere: impossibile pretendere il Capitano sempre in campo. Sarà possibile programmare anche per le gare azzurre? Ottenere turni di riposo?

Milan e Sacchi entrarono in rotta di collisione per il famigerato stage di aprile scorso.
Da 25 marzo a 26 aprile prossimi, nella fase calda della stagione, l'Italia giocherà tre volte di cui due in trasferta (Ucraina e Lituania).
Il Milan sognava per Baresi una stagione "calibrata" che lo mettesse in "forma Brasile" per le gare più importanti. Sarà ancora possibile il progetto con un Baresi nazionale? Il Capitano è libero di decidere, il Milan è costretto a preoccuparsi.

Luigi Garlando
Gazzetta dello Sport





Forse potrebbe interessarti anche:

SPECIAL BARESI FESTA ADDIO A FRANCO BARESI
Video trasmissione Special Franco Baresi in studio conduce Giorgio Micheletti anteprima della trasmissione Testimonial Game dedicata alla partita d'addio al calcio di Franco Baresi allo stadio Meazza di Milano 28 ottobre 1997
SEI PER SEMPRE TESTIMONIAL GAME 28 OTTOBRE 1997
Sei per sempre Testimonial Game trasmissione condotta in studio da Giorgio Micheletti dedicata alla festa d'addio al calcio a Franco Baresi a San Siro Milano 28 ottobre 1997
STORIA DI FRANCO BARESI
La storia di Franco Baresi, storia di un grande campione, il suo carisma e i suoi silenzi. un esempio per tutti.
NON C'E' MAI ADDIO PER QUEL CAPITANO
Nuova stagione per la squadra del Milan e per franco baresi diciottesima stagione Ma a Capello da ieri si sente un altro, perchè ha rivisto i Magnifici Sette. "Finalmente si può lavorare". Il tono di Capello è perentorio e lo è quello di Baresi.

Ultime aggiornate

Sito ufficiale del conduttore e giornalista sportivo Giorgio Micheletti
NATALE E LO SPIRITO DELLE SQUADRE
HIGUAIN NAPOLI YUVE INTRECCIO TRA PASSATO E PRESENTE